Pochi minuti fa ho ricevuto Esplora, il nuovo dispositivo prodotto da Arduino che consiste in un gamepad configurabile per giocare. Non ho voluto registrare o fotografare l’unboxing (anche se quella che vedete sopra è la mia mano) perché la confezione, al solito molto graziosa, conteneva giusto il device e un cavo. Sarebbe stato ridicolo riprenderne l’imballaggio. La prima nota riguarda l’alloggiamento del controller in plastica: ho impiegato qualche secondo a montarlo per via della scanalatura, però è l’unico aspetto negativo.

Rispetto a Leonardo, sul quale è basata Esplora, le dimensioni orizzontali sono raddoppiate per ospitare i pulsanti e il controller. Funziona con Windows, Mac OS X o Linux: se avete installato Ubuntu 13.04, l’ultimo rilascio della distribuzione, non dovete installare dei driver aggiuntivi. Il gamepad è riconosciuto come fosse un mouse. Ovviamente, per riconfigurare il device è necessario disporre degli strumenti di sviluppo che Arduino propone su tutti i sistemi operativi per il desktop. Nella prova non ho dovuto cambiare nulla.

Gli sviluppatori di Arduino hanno pre-caricato il software necessario alla compatibilità con SuperTuxKart 0.8, un videogioco open source paragonabile a Mario Kart. Espora funziona egregiamente, senza bisogno di configurare i pulsanti, ma occorre una certa manualità per non “sbandare” col veicolo: continuo a preferire l’utilizzo della tastiera. Il significato della board non è tanto quello di giocare out-of-the-box, bensì di personalizzare i componenti per ottenere la migliore esperienza possibile. Mi divertirò a riprogrammarla.