Android e TV, un binomio mai ben consolidato nonostante i numerosi sforzi di aziende del calibro di ASUS e LG. Durante il CES 2013, terminato nella giornata di ieri, ha visto la luce un nuovo dispositivo che sicuramente non passerà inosservato. Sto parlando di Archos TV Connect, un nuovo dispositivo che punta a offrire un’esperienza Android completa su TV (o monitor dotati di connettività HDMI), senza essere la classica Google TV.

Archos TV Connect mette a disposizione un ottimo hardware: troviamo infatti un processore “multi-core” da 1.5 GHZ TI OMAP 4470 dual core, 8 GB di storage interno espandibile tramite microSD, 1 GB di RAM, una fotocamera HD  e come prevedibile: Android 4.1.1 Jelly Bean. Senza dimenticare un’ampia connettività: modulo WiFi 802.11n, Ethernet ed una porta USB. Un aspetto da  non trascurare durante la valutazione dell’acquisto di questo dispositivo è la certificazione di Google, che si traduce nella disponibilità out-of-the-box del Play Store.

Concettualmente molto vicino a Google TV grazie anche a un apposito media center sviluppato ad hoc da Archos e grazie al vero asso nella manica del dispositivo: il telecomando. È proprio il controller è davvero geniale: semplice, completo di tastiera ed incredibilmente leggero funge benissimo come sostituto della tastiera tradizionale.

Probabilmente la comprerò visto anche il suo prezzo: 130 dollari al lancio. La possibilità di avere un dispositivo Android da lasciare sempre collegato al televisore e pronto sempre all’uso mi intriga. La fotocamera HD inoltre è un elemento da non sottovalutare visto che sarà possibile fare hangout con Google+ o videochiamate con Skype e simili. I colleghi di The Verge non vedono questo dispositivo in chiave positiva come me, ma almeno spiegano il perché della loro articolata critica e rilanciano con un’ottima galleria fotografia di Archos TV Connect.