Facebook oggi è molto di più che un social network. Per molti è, infatti, il baricentro della vita digitale dove condividere informazioni, stati d’animo, foto, video e tutto quanto si desidera. Ma Facebook non è solo condivisione o chat con gli amici perché grazie alle applicazioni sviluppate da software house di terze parti, gli utenti possono accedere ad una serie di servizi extra di qualsiasi genere che ampliano le possibilità offerte dalla piattaforma digitale.

Applicazioni Facebook: come funzionano

Le applicazioni e i giochi sono sviluppati per migliorare l’esperienza su Facebook per offrire agli utenti nuove possibilità d’interazione. Le applicazioni e i giochi su Facebook creati da sviluppatori devono assolutamente rispettare e sottostare alle normative della piattaforma del social network. Gli utenti sono, inoltre, invitati a segnalare direttamente a Facebook tutte quelle eventuali applicazioni che non rispettassero il regolamento del social network. Nel caso di accertamento della violazione delle normative di sviluppo, tali applicazioni saranno poi rimosse. Per quanto riguarda la gestione della privacy, cioè delle informazioni a cui possono avere accesso le app, tutti i dati sono memorizzate nei server degli sviluppatori che non sono ospitati da Facebook. Gli sviluppatori sono, inoltre, responsabili dei loro server e Facebook non può rimuovere i contenuti dagli stessi.

Dunque, nel caso un utente volesse per qualche motivo chiedere la rimozione dei propri dati personali dai database delle app dovrà rivolgersi direttamente agli sviluppatori e non a Facebook che non ha nessun tipo di potere.

Da sottolineare che tutti gli utenti, prima di installare un’app, dovranno autorizzare il suo uso all’interno del proprio profilo. Durante questa procedura sarà anche sottolineato a quali informazioni personali l’app avrà accesso come per esempio l’elenco dei contatti o gli indirizzi email. Un’applicazione può richiedere informazioni aggiuntive anche in un secondo momento, quando, per esempio, si utilizza una particolare funzione. Gli utenti avranno sempre la piena facoltà di accettare o rifiutare di fornire le informazioni all’applicazione, anche se, negando l’accesso ad alcuni dati, l’app potrebbe non funzionare o comunque risultare priva di alcune opzioni.

Applicazioni Facebook: le tipologie

Le applicazioni disponibili per Facebook sono di svariato genere. Probabilmente le più famose sono legate all’intrattenimento come i giochi. Facebook, infatti, nel tempo è diventato anche una perfetta piattaforma di giochi. Tutti gli iscritti non possono, infatti, scordarsi di titoli come Farmeville o Clash of Clans. Titoli che in alcuni casi spiccano per la possibilità di coinvolgere gli amici della piattaforma in avventure collaborative o per semplici sfide.

Ma le app per Facebook non solo solamente giochi. Gli utenti potranno disporre, infatti, di applicazioni che offrono contenuti come notizie o veri e propri servizi. Istituti di credito o provider offrono alcuni servizi ai loro clienti direttamente su Facebook. Addirittura, esistono vere e proprie applicazioni dedicate alla sicurezza che monitorano il profilo dell’utente bloccando l’eventuale diffusione di link ed immagini sospette.

Insomma, app per tutti i gusti e per tutte le esigenze, dall’intrattenimento passando per l’informazione sino ad arrivare alla sicurezza.

Trattandosi di app, anche Facebook integra uno store anche se in questo caso di chiama semplicemente “App Center“. Da questo luogo, che dal punto di vista grafico ricorda un po’ alla lontana il Play Store di Google, gli utenti potranno trovare tutte le app che desiderano, tutte ben ordinate e categorizzate.