Apple Watch Series 3 dovrebbe garantire una migliore autonomia rispetto ai suoi predecessori, soprattutto grazie al suo processore maggiormente ottimizzato. Secondo la mela morsicata, l’autonomia operativa dovrebbe arrivare sino a 18 ore, anche se molto dipende da come sarà utilizzato. Ovviamente, l’eventuale uso dell’LTE accorcerà notevolmente la durata della batteria.

Utilizzando molto l’Apple Watch per telefonare con l’iPhone lontano, l’autonomia cala drasticamente. Tuttavia, il miglioramento della durata della batteria è sicuramente tangibile e fa ben sperare per l’utilizzo di tutti i giorni. Gli attuali modelli di Apple Watch, infatti, non spiccano da questo punto di vista, anzi, l’autonomia è sempre stato un loro tallone d’achille.

Dati alla mano, in queste 18 ore, secondo Apple, rientrerebbero 90 volte la verifica dell’ora, 90 notifiche, 45 minuti di utilizzo delle app, 30 minuti di allenamento con la musica attiva, e sul modello dotato di connessione LTE, 4 ore di connessione alla rete cellulare ma con le restanti 14 collegato via Bluetooth con iPhone.

Ovviamente, trattasi di numeri e solo l’utilizzo permetterà di capire la sua vera autonomia. L’attesa, comunque, non sarà lunga. Apple Watch Series 3 sarà preordinabile dal 15 settembre con disponibilità a partire dal prossimo 22 settembre. Prezzi da 379 euro. In Italia non arriverà il modello LTE.