Il potenziale hardware di Apple Watch è vicino a quello di un piccolo computer. Partendo da questa idea, probabilmente, Nick Lee ha pensato di installare il vetusto sistema operativo Windows 95 sullo smartwatch della mela morsicata.

Al netto delle incompatibilità fisiologiche, tuttavia, l’esperimento è funzionato e infatti l’orologio intelligente riesce ad avviare Windows 95. Ma ci impiega un’ora. Dunque utilizzare il sistema operativo risulta impossibile, ma non solo per la lentezza: anche perché il touschscreen non si sposa proprio bene alle funzioni di Windows 95.

Sebbene l’hardware di Apple Watch sia più veloce di quello richiesto da Windows 95, Nick Lee ha dovuto effettuare alcune modifiche al vecchio software targato Microsoft per farlo funzionare. Non dimentichiamoci inoltre che Apple è un sistema chiuso e quindi certe operazioni sono difficilissime da compiere.

La versione di Windows 95 installata su Apple Watch è stata dunque trasformata in una sorta di app per l’orologio intelligente della casa di Cupertino. Lee ha dovuto eseguire anche una modifica hardware, come un piccolo motorino che muove la corona laterale che impedisce allo schermo di spegnersi (il che abbassa ovviamente la durata della batteria).