Apple Watch non sembra avere più quel fascino di qualche tempo fa: le applicazioni studiate appositamente per funzionare sull’orologio intelligente della mela morsicata sono infatti sempre di meno.

Ogni mille applicazioni sviluppate in una settimana per iPhone e iPad, quindi per il sistema operativo iOS, ce ne sono circa dieci per Apple TV e solo una per Apple Watch. I numeri arrivano da uno studio condotto da Realm, società che si occupa della gestione di un database relativo ai dispositivi mobile sfruttato da circa 100 mila team di sviluppo.

Con l’arrivo della quarta generazione sul mercato nell’ultimo trimestre del 2015, sembra andare migliorando, invece, la situazione di Apple TV per cui stanno aumentando le applicazioni, spiega a Business Insider Tim Anglade, vice presidente di Realm.

Secondo Anglade la situazione iniziale per Apple Watch era molto diversa: molti sviluppatori facevano carte false pur di sviluppare un’app per l’orologio del colosso di Cupertino- Tuttavia oggi le cose sono cambiate perché Apple Watch è visto dalla software house come un accessorio di iPhone più che come un terminale vero e proprio.

Con l’arrivo di Apple Watch 2, però, la situazione potrebbe cambiare nuovamente, visto che la nuova generazione dello smartwatch di casa Apple avrebbe in servo diversi assi nella manica, come nuovi sensori, batteria più avanzata e connettività.