Il produttore svizzero di orologi TAG Heuer, in partnership con Google e Intel, sta realizzando uno smartwatch per sfidare Apple Watch, basato sul sistema operativo Android Wear. L’obiettivo di questa partnership, tra due delle più importanti aziende del settore Hi-Tech, e TAG Heuer è quello di proporre sul mercato il primo vero smartwatch Android Wear di lusso, che ancora manca all’interno del catalogo.

TAG Heuer è il produttore di cronografi analogici più famoso al mondo e uno dei principali sponsor della Formula 1 e di altri eventi sportivi. L’attuale collezione di orologi analogici offerti parte da prezzi appena al di sotto di un migliaio di euro, che raggiungono numeri a cinque cifre. L’ingresso di TAG Heuer, nel mondo degli smartwatch, dimostra come il produttore svizzero sia interessato a creare un dispositivo che punti a competere con Apple Watch e sia una valida alternativa dotata di sistema operativo Android Wear.

Intel offrirà a TAG Heuer le componenti interne, come il processore, e i sensori per il nuovo smartwatch. I modelli di smartwatch attualmente sul mercato integrano processori prodotti da Qualcomm o Texas Instruments, mentre il modello che sarà prodotto da TAG Heuer rappresenterà il primo smartwatch dotato di chip Intel. In precedenza, Intel ha presentato il bracciale MICA, realizzato per un pubblico femminile e che integra una piattaforma software proprietaria.

Per il momento non sono state rese note le specifiche tecniche del nuovo smartwatch, tuttavia l’orologio verrà realizzato con un focus particolare sulla qualità e le performance. Allo stesso tempo, l’ingresso di Android Wear all’interno del mercato degli orologi di lusso rappresenta un importante passo in avanti per Google. Sarà interessante vedere il design finale del nuovo smartwatch, realizzato da TAG Heuer, dal momento che secondo alcune indiscrezioni, riportate da Reuters, potrebbe assomigliare ad una replica digitale del classico TAG Heuer nero Carrera.

Non resta, quindi, che aspettare il risultato finale della partnership tra TAG Heuer, Google e Intel. Fino ad oggi, infatti, nessun produttore svizzero di orologi analogici aveva deciso di entrare nel mercato smartwatch che è in continua espansione, soprattutto con l’arrivo del nuovo Apple Watch.