Buone nuove per tutti gli utenti non statunitensi che bramano Apple Watch: il CEO Tim Cook, durante un evento, ha fatto sapere che lo smartwatch arriverà sugli scaffali dei negozi non americani lo stesso giorno di quelli a stelle e strisce, quindi ad aprile, a differenza di quanto accade solitamente con iPhone e iPad.

Apple Watch si appresta dunque ad avere un lancio sul mercato globale, senza alcuna distinzione temporale fra USA e il resto del mondo, perlomeno per quanto riguarda i mercati principali: Canada, Regno Unito, Francia, Germania, Australia, Hong Kong, Singapore e Giappone. Per quanto riguarda l’Italia, ancora non è chiaro se Apple Watch arriverà subito oppure leggermente in ritardo.

Oltre a parlare di un possibile lancio di Apple Watch ad aprile anche al di fuori dei confini americani, Tim Cook ha snocciolato una serie di possibili applicazioni per il suo orologio. In primis, Cook ha riferito che “nei migliori alberghi del mondo” sarà possibile utilizzare Apple Watch per aprire le porte delle camere.

Cook ha inoltre espresso molta soddisfazione per le applicazioni per il fitness sviluppate da team esterni, le quali permetteranno agli utenti di Apple Watch di programmare esercizi personalizzati e misurare le statistiche. Il tutto sarà poi ottimizzato dalla presenza di sensori di movimenti e di misurazione della frequenza cardiaca. Altro interessante progetto riguarda quello in lavorazione da parte del partner di Apple Panera Bread, che sta lavorando ad un’app in grado di calcolare l’apporto di carboidrati.