A quasi un anno dalla commercializzazione di Apple Watch, il colosso di Cupertino starebbe per avviarsi alla produzione del secondo modello dello smartwatch, che potrebbe essere presentato al pubblico la prossima primavera.

Stando ad alcuni rumor che giungono dall’oriente, nello specifico dalla testata taiwanese Commercial Times, infatti, sembra che il partner della mela morsicata Quanta inizierà la fase finale di assemblaggio del dispositivo entro fine gennaio. Ancora però non si hanno informazioni sulle caratteristiche tecniche.

La notizia va a cozzare con quanto ipotizzato nei mesi scorsi da altre testate, secondo le quali Apple potrebbe ampliare e diversificare la rete di fornitori per Apple Watch 2. Il possibile lancio nella prossima primavera, per la precisione nel mese di aprile (come il predecessore), potrebbe avvenire insieme ad un altro device rumoreggiato in questi mesi: iPhone 5e.

Stando a quanto affermato dalle voci di corridoio, Apple Watch 2 dovrebbe avere un processore più potente rispetto al primo modello con l’aggiornamento del circuito S1, un maggior quantitativo di RAM e un nuovo modulo WiFi per rendere l’orologio intelligente più indipendente da iPhone. Stando a diverse indiscrezioni, infatti, sembra che il nuovo Apple Watch 2 potrebbe funzionare anche in maniera autonoma.

Ricordiamo che – sempre secondo indiscrezioni – Apple Watch 2 potrebbe disporre di una fotocamera FaceTime HD che permetterà di avviare delle videochiamate. Una scelta che potrebbe però influire pesantemente sul peso e sul design del dispositivo e quindi molto improbabile.