Secondo quanto riferito da uno sviluppatore che ha avuto accesso alla guida tvOS, i giochi di Apple TV dovranno supportare Apple TV Remote. Si tratta di un dispositivo touch e con sensori di movimento realizzato dalla mela morsicata – una rota di PlayStation Move e Wiimote per intenderci – e lanciato dalla società di Cupertino lo scorso mercoledì.

Dalla guida risulta inoltre che i giochi per Apple TV non potranno dunque essere compatibili solo con i controller MFi (made for iPad/iPod/iPhone) avanzati di terze parti. La scelta ha fatto inevitabilmente storcere il naso agli sviluppatori, che si troveranno a dover lavorare con un sistema chiuso, almeno dal punto di vista delle periferiche. Anche perché per quanto concerne i software, Apple ha aperto a prodotti sviluppati da team esterni che potranno essere pubblicati sulla sezione ad hoc di App Store. La maggior parte di questi titoli andranno inoltre a supportare i sensori di movimento del controller Apple TV Remote.

Anche se Apple TV supporta pure i controller MFi realizzati da aziende esterne, gli sviluppatori dovranno basarsi soprattutto sulle caratteristiche del basico Apple TV Remote (escludendo dunque le funzioni più avanzate dei controller MFi di third party) nello sviluppo dei loro titoli, il che limita fortemente la creatività degli sviluppatori e quindi le possibilità di gameplay dei giochi targati Apple TV.

Il compromesso potrebbe essere però quello di rendere automatici alcuni comandi se si usa il telecomando Apple TV, invece manuali quando si impugna un gamepad MFi più avanzato.