Apple avrebbe aperto una trattativa con Comcast per erogare un nuovo servizio in streaming su Apple TV: è l’indiscrezione che s’è fatta largo nelle ultime ore, alimentando le aspettative sul futuro STB (Set Top Box) per guardare la televisione con internet. Comcast è il principale operatore statunitense per la TV via cavo e, ovviamente, da qualche anno a questa parte fornisce soluzioni sul web e connettività. Apple potrebbe sbaragliare la concorrenza di Google – che ha fatto un flop su Google TV – stringendo questa partnership.

L’era di Steve Jobs è finita, nel peggiore dei modi possibili, e anche se il CEO non avrebbe voluto una Apple TV così concepita è evidente che l’azienda stia pensando allo streaming: iTunes Radio potrebbe diventare più simile a Spotify e proporre l’acquisto degli MP3 addirittura sui dispositivi con Android. Un accordo con Comcast renderebbe ancora più appetibile il nuovo device – sul mercato statunitense, s’intenda – perché porterebbe subito con sé i migliori contenuti disponibili in termini di film e serie televisive originali.

Indietro sul wearable, con iWatch in estremo ritardo sulle previsioni della stampa, Apple ha già proposto la propria soluzione per i veicoli con CarPlay che porta iOS nelle automobili. Grazie a Comcast, Apple TV entrerebbe da protagonista in un settore dove Google ha sperimentato l’insuccesso: Play Movies e Chromecast iniziano ad attrarre maggiori consensi di Google TV, ma Cupertino è ancora in tempo per impossessarsi del mercato. Sono soltanto dei rumor o c’è qualcosa di concreto in cantiere? Oggi, non è semplice determinarlo.

photo credit: smjbk via photopin cc