Secondo quanto riferito dal New York Times, la nuova Apple TV – device multimediale della mela morsicata presumibilmente svelta il 9 settembre – potrebbe puntare sul gaming. Niente più solo video e musica in streaming.

Dunque, Apple TV potrebbe entrare sul mercato videoludico andando prepotentemente a proporsi come alternativa alle storiche console Nintendo, Microsoft e Sony. Il prezzo potrebbe essere il punto di forza della nuova console Apple, visto che, sempre secondo le fonti di New York Times, questa potrebbe essere messa sul mercato ad un prezzo di circa 150 dollari. Se è vero infatti che il prezzo è quasi il doppio rispetto all’attuale modello di Apple TV, è nettamente inferiore alle console della corrente generazione PlayStation 4, Xbox One o Nintendo Wii U.

Come era lecito attendersi, i giochi non saranno venduti in versione pacchettizzata, ma la società di Cupertino offrirà ai videogiocatori una libreria digitale di videogiochi da cui fare acquisti. Non più dunque solo video e musica in streaming, ma anche videogiochi grazie ad un probabile potenziamento importante dell’hardware, che consentirà al dispositivo di riprodurre la complessa grafica dei videogiochi. Insieme al device sarà ovviamente venduto anche un controller per poter fruire comodamente dei giochi.

Secondo il New York Times, Apple TV punterà soprattutto sui videogiocatori casuali e non sui veri appassionati che difficilmente abbandoneranno Xbox One, PS4 o PC come piattaforma da gioco.