Apple ha chiesto, di recente, ad Amazon di rimuovere migliaia di accessori marchiati con il logo della mela morsicata che in realtà sono falsi. Questi prodotti non erano, però, venduti da Amazon ma da un’azienda terza chiamata Mobile Star che è stata prontamente denunciata da Apple. In particolare, il negozio di questa azienda all’interno della vasta piattaforma di ecommerce di Amazon proponeva agli utenti accessori che erano stati fatti passare per prodotti originali di Apple, cosa non vera.

Per scoprire l’inganno, Apple ha comprato alcuni di questi prodotti e verificata la non regolarità, ha chiesto ad Amazon di fornirgli l’identità del fornitore. Adesso, questa società dovrà affrontare una causa pesantissima in cui Apple ha già richiesto una risarcimento milionario (2 milioni di dollari). Inoltre, come se non bastasse, questi prodotti non hanno nemmeno passato i test di sicurezza e dunque potenzialmente possono rappresentare anche un problema per gli acquirenti.

Inoltre, secondo un’indagine di Apple, il 90% di tutti gli accessori venduti online risulterebbero falsi, un dato che potenzialmente potrebbe ledere l’immagine della mela morsicata. Cupertino ha chiesto la completa distruzione degli accessori e dei gadget falsi ma il danno resta.

Proprio per questo, Cupertino invita le persone a prestare attenzione prima di acquistare un prodotto online. I prodotti contraffatti, spesso spiccano per un preciso motivo e cioè per il loro prezzo molto inferiore rispetto a quello reale praticato nei negozi o all’interno degli altri eshop.