Apple è al lavoro per trovare un fix al fenomeno di spam che sta colpendo il Calendario di iCloud. Da qualche tempo, infatti, un sempre crescente numero di utenti della mela morsicata, sia quelli che utilizzano dispositivi iOS che computer Mac, hanno iniziato a lamentarsi della ricezione di messaggi commerciali non richiesti. Il problema sorge dal fatto che anche se gli utenti ignorano questi messaggi, lo spammer riesce comunque a sapere se il messaggio è arrivato a destinazione e se, dunque, l’account iCloud è reale oppure no. In questo modo lo spammer sarà in grado di continuare ad inviare notifiche al malcapitato di messaggi commerciali non richiesti di vario tipo.

Apple sta ancora lavorando per bloccare questo fastidioso fenomeno che sta disturbando gli utenti iCloud. Nel frattempo, però, i malcapitati possono provare ad utilizzare alcune soluzioni “caserecce” per arginare il problema. Gli utenti possono aprire iCloud direttamente dal loro browser, accedere alle Impostazioni, selezionare “Avanzate” e nel menu “Inviti” specificare “Email a (indirizzo)“. Con questa breve procedura i messaggi di spam saranno inviati ad un preciso indirizzo e li potranno essere contrassegnati come spam. In questo modo in breve tempo non dovrebbero più dare fastidio.

Apple ha fatto, comunque, sapere di essere dispiaciuta per questo fenomeno e che un correttivo arriverà il più velocemente possibile. Oltre al fix, per migliorare la protezione dei suoi clienti, Cupertino starebbe lavorando anche ad un nuovo sistema anti spam da integrare nel Calendario di MacOS e iOS per evitare che anche in futuro possano accedere fatti analoghi.