Apple sembra essere interessata al 5G, la prossima tecnologia di comunicazione che punta a collegare ogni cosa, dagli smartphone agli oggetti passando per le auto. Nello specifico, Cupertino sarebbe interessata allo studio delle onde millimetriche per offrire, in futuro, maggiore velocità di navigazione ai suoi iPhone. Il 5G, si ricorda, permetterà velocità massime dell’ordine di 1Gbps. La mela morsicata ha da poco ottenuto un’autorizzazione dalla FCC americana che le permetterà di sperimentare la sua tecnologia wireless basata appunto sulle onde millimetriche.

Nello specifico, l’autorizzazione prevede l’utilizzo di due antenne, una collocata al Yosemite Drive in California ed una nella Mariani Avenue. Le due antenne saranno utilizzate per offrire sistemi di comunicazione su frequenze da 28GHz e 39GHz che la FCC americana certifica come future bande commerciali per il 5G. Ovviamente trattasi di sperimentazioni pensate per il futuro. A scanso di equivoci, l’iPhone 8 e nemmeno il melafonino del prossimo anno non saranno equipaggiati con questa tecnologia che, invece, potrebbe fare capolino nei prodotti della mela morsicata a partire dal 2019/2020 quando il 5G dovrebbe iniziare a debuttare ufficialmente.

Apple, comunque, avrà 12 mesi di tempo per studiare il 5G, cioè il tempo concesso dall’FCC americana nella licenza provvisoria. Cupertino, dunque, prova ad anticipare il futuro iniziando a testare le tecnologie che arriveranno nei prossimi anni per poterle offrire ai clienti con la solita qualità che da sempre contraddistingue l’azienda.