Ne abbiamo parlato parecchio, ed è praticamente uno tra i gadget più attesi (e di cui forse si sa meno) di quest’anno: come se tutto questo non bastasse, proprio oggi una fonte molto vicina ad Apple ha rivelato a Bloomberg che la compagnia è pronta a rivelare iWatch, ossia lo smartwatch di Apple che avremo nelle nostre mani entro la fine del 2013.

E in rete già si leggono ulteriori speculazioni riguardo questo: secondo alcuni l’orologio sarà fatto di vetro flessibile, anche se è stato confermato dai fornitori che non sono state ricevute richieste in proposito, e la tecnologia correlata non è ancora pronta. Si gioca di fantasia poi sulle feature, che molti favoleggiano come quelle di uno smartphone con iOS, senza alcun “taglio”, ed il più divertente tra i rumor, infine, che narra di come lo smartwatch potrà ricevere chiamate. Mi domando come possa fare Apple ad inserire uno slot per la SIM in un aggeggio simile e conciliarlo con la presenza nelle nostre tasche di un ulteriore iPhone.

Molto più plausibile invece è il confronto con i Caller ID per visualizzare l’ID del chiamante sul proprio polso. Personalmente sono molto curioso, esattamente come Silvio Gulizia che ha già scritto di iWatch, ma con qualche riserva: servirà davvero? E cosa saremo in grado di farci? Sarà poi in grado di reggere il confronto con i Google Glass? Ecco, io penso che tutte queste domande meritino una risposta nel più breve tempo possibile.