Apple e Samsung sono da così tanto tempo in guerra che i giudici sembrano esausti della diatriba e vorrebbero che i due colossi dell’informatica s’incontrassero per risolvere, una volta per tutte, i problemi relativi e brevetti e dispositivi già immessi nel mercato.

L’informatica si fa a palazzo… quello di giustizia però. Una considerazione che trova conferma nell’annosa opposizione tra AppleSamsung. Adesso però il giudice vorrebbe mettere un punto alla guerra in atto e ha dato alle due aziende 90 giorni di tempo per trovare un accordo.

La decisione arriva dal giudice federale della Corte distrettuale di San Jose, tale Lucy Koh. Questo porporato ha seguito le orme di un suo predecessore americano che ha tentato di fare la stessa cosa anni fa con Google e Oracle. In quel caso il processo non fu evitato.

Tra Apple e Samsung le cose si sono talmente complicate che risultano aperti più processi in più paese ed è difficile capire chi stia davvero incassando il maggior numero di sentenze positive. In generale l’ago della bilancia tende a favore della Apple nella fase dei giudizi preliminari che però poi sono messi in discussione nella fase processuale.

Il giudice, dunque, proverà a farli incontrare ma non può ordinare loro di farlo.