Nei giorni scorsi abbiamo avuto modo di vedere come il mondo dei dispositivi per la smart home, ovvero la casa intelligente, sia presto destinato ad allargarsi. Attualmente lo stesso è dominato da Amazon Echo, assistente virtuale in grado di compiere una vasta gamma di compiti per aiutare l’utente con ricerche, prenotazione di viaggi e via dicendo. A questo si dovrebbe però aggiungere un nuovo dispositivo Apple, che dovrebbe puntare forte su Siri, l’assistente virtuale della Mela, e potrebbe addirittura essere presentato a giugno nel corso della conferenza per sviluppatori Apple WWDC 2016 che si terrà dal 13 al 17 giugno.

Come riportato da MacRumors nelle scorse ore però lo stesso dispositivo dell’azienda di Cupertino potrebbe non solo essere equipaggiato con Siri, ma anche con una fotocamera ed un sistema collegato alla stessa per il riconoscimento del volto degli utenti. Una volta riconosciute le persone nella stanza, il dispositivo utilizzerebbe l’informazione per associare ai diversi utenti gusti musicali e di gestione degli spazi come la luce ambientale (attraverso la comunicazione con altri dispositivi intelligenti come le lampadine Philips Hue).

In merito al dispositivo sono attualmente diversi i dubbi, considerando che secondo alcune fonti il dispositivo sarà nuovo e non legato a prodotti già esistenti, mentre per altri si tratterà di una grande funzionalità introdotta nella prossima generazione di Apple TV. Ciò che è molto probabile è che il servizio sia in ogni caso basato fortemente su Siri, assistente virtuale che verrebbe migliorato e reso più potente per andare incontro alle esigenze quotidiane degli utenti come la prenotazione di voli, ristoranti, ecc. Le novità potrebbero essere incluse direttamente in iOS 10, che dovremmo poter vedere per la prima volta nella già citata WWDC 2016. Per la commercializzazione del device potrebbe invece essere necessario dover aspettare sino a fine 2016 o inizio 2017. Vedremo quindi come Apple si confronterà con il panorama, considerando anche il recente ingresso nella scena di Google Home.