Puntuale, Apple ha iniziato il rollout di macOS High Sierra. Tutti i possessori di un computer Mac compatibile, possono iniziare a scaricare la nuova versione del sistema operativo. La nuova release 10.13 per computer macOS non è una vera e propria rivoluzione, ma deve essere vista, piuttosto, come una semplice evoluzione del precedente sistema operativo. Cupertino, infatti, ha lavorato sapientemente su alcune aree della piattaforma per migliorarle ed offrire, così, agli utenti una migliore esperienza d’uso.

Non mancano, comunque, alcune chicche importanti che sicuramente faranno molto comodo e piaceranno ai possessori di un computer Mac. Innanzitutto, Apple ha introdotto il supporto al codec video H.265 o HEVC che migliorerà la fruizione dei contenuti multimediali. I computer della mela morsicata potranno disporre, adesso, del nuovo file system APFS (Apple File System) che migliora prestazioni, efficienza e sicurezza ed è pensato soprattutto per sfruttare al massimo i dischi SSD di ultima generazione.

Arriva, inoltre, il supporto alle nuove API 3D Metal 2 che dovrebbero garantire, almeno sulla carta, un miglioramento delle prestazioni nell’esecuzione delle applicazioni. Non mancano, poi, aggiornamenti ad alcune importanti app di sistema. Infine, per i computer dotati di porta Thunderbolt 3 sarà possibile collegare GPU esterne per poter eseguire applicazioni dedicate alla realtà virtuale.

macOS High Sierra può essere scaricato gratuitamente direttamente dal Mac App Store di Apple o dalle impostazioni di aggiornamento del computer Mac. L’intera procedura tra download ed installazione può richiedere anche più di un ora. E’ suggerito l’utilizzo di una connessione a banda larga per scaricare l’update che risulta essere molto pesante.