L’iPhone 8 che debutterà a settembre sarà il primo melafonino dotato di schermo OLED. A fornire questi raffinati schermi sarà Samsung che nel 2017, secondo gli analisti, dovrebbe fornire oltre 80 milioni di pannelli che dovrebbero a salire ad oltre 160 milioni entro il 2018. Numeri impressionati ma Apple, come da tradizione, non ama dipendere eccessivamente dai fornitori. Proprio per questo sarebbe intenzionata ad iniziare a produrre i pannelli OLED direttamente in casa.

Secondo la fonte coreana ET News, Cupertino avrebbe acquistato alcune macchine CVD (chemical vapor deposition) che permettono di produrre pannelli OLED 2.5G. Se davvero Apple riuscisse a sviluppare una sua tecnologia OLED, non solo potrebbe diminuire la dipendenza dai suoi fornitori, ma potrebbe anche cambiare gli equilibri del mercato vista l’altissima richiesta di pannelli per i suoi melafonini. Ovviamente, non è dato di sapere quando Apple riuscirà a sfruttare queste nuove macchine per i suoi prodotti. Difficile che possa trarre beneficio già con l’iPhone 8. Possibile, piuttosto che i primi OLED made in Cupertino arrivino il prossimo anno.

Il mercato degli OLED, comunque, è in forte fermento. Sia LG che Samsung avrebbero acquistato nuove macchine CVD (chemical vapor deposition) per incrementare la loro produzione e stare al ritmo della domanda sempre più crescente.