Apple ha speso tanti anni all’interno del business televisivo, a partire dalla commercializzazione di Apple TV fino alla tanto rumoreggiata iTV, tuttavia non è mai riuscita a realizzare prodotti e servizi che siano riusciti conquistare il grande pubblico. Le ultime indiscrezioni che circolano nell’industria televisiva, puntano l’attenzione sul fatto che Apple desideri realizzare un servizio di Web TV che punti a cambiare il modo di fruire di contenuti.

Apple sta preparando una piattaforma di Web TV che metta insieme un bundle di programmi televisivi, ma non tutto ciò che viene offerto da parte dei servizi di pay TV. Il modello di business che a Cupertino hanno in mente è quello di vendere i contenuti direttamente agli utenti finali, tramite una Web TV. Con molta probabilità, Apple non reinventerà il principio di funzionamento della TV, bensì offrirà una versione “diversa” con la propria interfaccia grafica e user experience arricchita.

Inoltre, sembra che Apple abbia mostrato un’anteprima ai principali fornitori di contenuti. Dal momento che la trattativa è ancora all’inizio e quindi, per il momento, non sappiamo quali saranno i costi e i tempi.

Già nel 2009, Apple propose un servizio su abbonamento al prezzo di 30 dollari al mese, denominato iTunes Pitch, che prometteva di vedere la TV tramite iTunes. Questa piattaforma, tuttavia, non venne apprezzata da parte del grande pubblico e, quindi, la decisione di realizzare una piattaforma Web TV dimostra come a Cupertino non abbiano perso la speranza.

Ricordiamo, infine, che anche il CEO di Apple, Tim Cook, ha sempre focalizzato l’attenzione sul fatto che l’esperienza utente non sia ancora all’altezza. Apple TV ha cercato introdurre qualche innovazione, ma il potenziale arrivo di una Web TV targata Apple potrebbe rivoluzionare il mercato.