Ormai è passato già qualche giorno dall’evento del 9 settembre con il quale Apple ha introdotto diversi nuovi prodotti, tra cui spiccano ovviamente iPhone 6s e iPhone 6s Plus, i naturali successori di iPhone 6 e 6 Plus, iPad Pro, e uno degli accessori che è stato presentato proprio insieme al nuovo tablet da 12,9 pollici, ovvero la Apple Pencil. Questa è una stilo, e saranno in parecchi tra i fan della Mela a ricordare quando Steve Jobs criticò senza mezzi termini l’utilità di tale prodotto e invità la propria azienda a non adottarne una.

Certo è che gli anni sono passati, Jobs purtroppo non c’è più, il testimone è passato a Tim Cook e la direzione è leggermente cambiata così come il contesto. A dire il vero infatti la Apple Pencil sembra aver ricevuto un’accoglienza abbastanza positiva, con ogni probabilità perché arrivata per lo più come uno strumento per i professionisti e gli artisti, da utilizzare su un tablet dalle dimensioni mai viste prima d’ora. La stilo è dotata di sensori estremamente reattivi, che consentono input con precisione al singolo pixel, risultato raggiunto sviluppando di pari passo il display del tablet e la Apple Pencil.

Molto interessante però soffermarsi anche sull’autonomia della stilo. Come riporta il sito statunitense specializzato in Apple MacRumors, Pencil è dotata di una batteria interna ricaricabile che dura sino a 12 ore con una singola carica, ma ancora più interessante è la capacità di immagazzinare energia per 30 minuti di utilizzo con soli 15 secondi di ricarica. Ricordiamo inoltre che per ricaricare la stilo è sufficiente collegarla ad iPad Pro tramite il connettore Lightning nascosto sotto il tappo magnetico nell’estremità superiore dell’accessorio.

Apple Pencil sarà disponibile a partire da novembre al prezzo di 99 dollari (ancora non comunicato in euro) insieme alla Smart Keyboard che invece costerà 169 dollari. Non ci resta che attendere l’uscita in Italia per poterla testare in prima persona.