Ieri Apple Pay, la nuova piattaforma di pagamenti digitali di Cupertino, è finalmente sbarcata in Italia. Tutti i possessori di un iPhone, di un iPad, di un Apple Watch o di un computer Mac compatibile potranno sfruttare questa nuova piattaforma per effettuare pagamenti sia nei negozi aderenti che attraverso il web negli eShop che adottano questa nuova piattaforma. Si ricorda, al riguardo, che i terminali compatibili sono: iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone SE, iPhone 7 e iPhone 7 Plus, Apple Watch, iPad mini 4, iPad Air 2 e iPad Pro e tutti i computer Mac con l’ultima declinazione del sistema operativo di Apple.

In Italia, le banche che al momento aderiscono ad Apple Pay sono UniCredit, Boon e Carrefour Banca, ma nel corso dell’anno ne arriveranno altre tra cui si menzionano Fineco e Mediolanum. Le carte di credito supportate sono quelle dei circuiti Visa e Mastercard.

Apple Pay può essere utilizzato sia nei negozi fisici che online. Se l’esercente possiede un POS che supporta la piattaforma di pagamenti di Apple, tutto quello che l’utente dovrà fare è avvicinare l’iPhone o l’Apple Watch al POS. Con l’iPhone gli utenti dovranno essenzialmente autorizzare la transazione utilizzando il lettore per le impronte digitali, mentre con l’Apple Watch sarà sempre necessario avvicinare lo smartwatch al POS. Ovviamente Apple Watch andrà prima configurato per poter effettuare le transazioni attraverso la sua app per iOS.

Ma Apple Pay può essere utilizzato anche attraverso il browser web Safari per autorizzare i pagamenti sul web. Tra i siti che accettano già il pagamento attraverso la piattaforma di Apple si menzionano Unieuro, Gli Stockisti, ePrice e Deliveroo. Altri si aggiungeranno nel corso del tempo.