Alla WWDC 2014, Apple ha presentato il nuovo sistema operativo Mac OS X Yosemite. Tra le principali novità troviamo una migliore integrazione tra PC e dispositivi mobile, come iPhone e iPad, ma anche con il cloud. Gli sviluppatori, inoltre, hanno potuto mettere mano sulla beta disponibile da qualche settimana ed hanno notato una novità estremamente interessante, che riguarda l’introduzione di diverse nuove lingue. Yosemite, infatti, permetterà di utilizzare sul proprio Mac anche lingue come il Napoletano e il Siciliano.

Apple e gli sviluppatori di tutto il mondo sono al lavoro per individuare e risolvere bug presenti in Mac OS X Yosemite. Quest’ultimo sistema operativo, infatti, porterà con sé fondamentali novità che permetteranno di creare un effettivo ecosistema tra dispositivi mobile e computer. Allo stesso tempo sono state introdotte alcune nuove lingue, tra cui il Napoletano e il Siciliano. Va ricordato, infatti, che l’Unesco ha conferito ad entrambe le lingue lo status di lunga madre.

La versione finale di Yosemite arriverà in autunno, ma già nella beta pubblica, di cui vi abbiamo parlato qualche settimana fa, è possibile sperimentare questa novità. Per cambiare la lingua basta entrare in Preferenze di sistema e selezionare in Lingua e Zona il sicilianu. In realtà Yosemite non sarà in grado di parlare le due lingue, ma qualora gli sviluppatori creino app ad-hoc potranno decidere di utilizzarle.