OS X El Capitan sarà disponibile a partire dalla giornata di domani 30 settembre come upgrade gratuito per gli utenti Mac. L’aggiornamento sarà rilasciato all’interno del Mac App Store e supporta tutti i Mac introdotti nel 2009 e in data successiva e alcuni modelli introdotti nel 2007 e 2008.

Il nuovo sistema operativo di casa Apple, OS X El Capitan, si basa sulle funzioni rivoluzionarie e sullo splendido design di Yosemite, perfezionando l’esperienza d’uso Mac, con aggiornamenti relativi a gestione delle finestre, app integrate e ricerca Spotlight, e miglioramenti nelle prestazioni, per rendere ancora più veloci e scattanti le attività di tutti i giorni, come avviare le app e passare da una all’altra, aprire PDF e leggere le email.

Per esempio, OS X El Capitan migliora le prestazioni di sistema sul Mac, rendendo più veloce e reattiva l’esecuzione di molte delle attività più comunemente utilizzate ogni giorno. Metal, la rivoluzionaria tecnologia grafica di Apple, accelera Core Animation e Core Graphics per incrementare la velocità del rendering a livello di sistema fino al 50% e aumentarne l’efficienza fino al 40%.

Tante novità anche per quanto riguarda le api e l’usabilità generale dell’ambiente Mac. Un Mission Control semplificato rende più semplice vedere e organizzare tutto quello che gli utenti hanno avviato sul Mac, mentre Safari e Mail sono stati rinnovati introducendo nuove funzionalità.

Nell’applicazione Foto, ora è possibile modificare le posizioni, cambiare le descrizioni di più immagini contemporaneamente, ordinare gli album per data o per titolo e accedere ad un editing più evoluto grazie alle estensioni per il fotoritocco. El Capitan integra anche una nuova app Note che permette di trascinare foto, PDF, video e altri file in una nota e di aggiungere contenuti direttamente da altre app, come link web da Safari o indirizzi da Mappe, grazie al pulsante Condividi.

Tutte queste e molte altre novità porteranno, dunque, essere disponibili per tutti gli utenti Mac a partire da domani. Si ricorda, che l’installazione può portare via anche molto tempo a seconda della velocità della linea e della potenza del Mac.