Apple, così come ogni grande compagnia tech che abbia un settore innovazione e ricerca come si deve, deposita presumibilmente decine se non centinaia di brevetti, ai quali nella stragrande maggioranza dei casi non segue l’effettivo lancio dei prodotti. Semplicemente si tratta di tutele a livello legale che le stesse aziende prendono per avere la certezza che un domani, dovessero lanciare effettivamente quel prodotto, non possano sorgere contenziosi con la concorrenza. In quest ordine, Apple ha depositato di recente un nuovo brevetto per un pennino touch, ovvero il tipo di strumento che Steve Jobs ammise di non gradire più di tanto, con la celebre frase Who needs a stylus?, ovvero Chi ha bisogno di un pennino?.

Nonostante ciò la compagnia ha depositato il brevetto a cui si accennava, come riportato da SlashGear, ed in realtà già a fine 2014 venne a galla il deposito di un brevetto relativo ad un dispositivo dello stesso tipo, ovvero un’altra penna smart, dunque non si tratta della prima volta che Apple pensa a qualcosa del genere da poter integrare, in futuro, con uno dei suoi dispositivi mobile, che possa esso essere un iPhone della categoria phablet quindi dalle grandi dimensioni, o un iPad (i rumor parlano del prossimo iPad Pro come di un dispositivo dalle importanti dimensioni), dunque un vero e proprio tablet con cui una smart pen potrebbe effettivamente rivelarsi utile.

Il nuovo brevetto registrato presso lo USPTO (US Patent and Trademarks Office) porta il semplice nome di Active Stylus, ed in realtà non comporta grandissime novità rispetto a quello precedentemente citato depositato a fine dello scorso anno. L’attenzione del nuovo deposito si concentra su un nuovo sensore in grado di aumentare la precisione del pennino, aumentandone però di conseguenza anche i costi di produzione. Tuttavia il brevetto non presenta alcun riferimento ad un prodotto attuale e concreto, ma indica che Apple, nonostante le opinioni discordanti a proposito, stia considerando l’introduzione di un pennino per uno o più dei suoi dispositivi.