Apple Maps Connect è un tool sviluppato per permettere alle piccole attività di gestire la loro posizione e le informazioni sulla popolare app Mappe presente su iOS e OS X. Se in precedenza era necessario notificare gli errori o inaccuratezze direttamente ad Apple, tramite una funzionalità dedicata, adesso buona parte delle persone potranno modificare le informazioni in modo completamente autonomo e in stile crowdsourcing.

Apple ha rilasciato, in sordina, un nuovo strumento denominato Maps Connect che permette ai proprietari di piccole attività commerciali di verificare e modificare le informazioni riguardanti la posizione, a cui seguirà un controllo con una chiamata e un codice PIN al numero di telefono del gestore del locale.

Oltre alle solite informazioni come indirizzo, numero di telefono e posizione, i proprietari dell’attività commerciale potranno aggiungere il sito web ufficiale, la pagina Yelp, quella Facebook e anche il proprio account Twitter. Rispetto a due anni fa, quando l’app Mappe venne introdotta e presentava un elevato numero di bug, indicazioni errate e artefatti 3D, Apple ha lavorato a lungo per migliorare l’accuratezza dei dati e grazie all’introduzione di Maps Connect sarà possibile avere più informazioni dettagliate.

Vi è da sottolineare come Apple Maps Connect sia a tutti gli effetti un progetto crowdsourcing, in cui gli utenti inseriscono i dati e poi vengono applicate le modifiche. La stessa Google, con l’acquisto di Waze, è riuscita ad ottenere un’ingente mole dati proveniente da 50 milioni di utenti e che ha permesso di migliorare la qualità del servizio fornito da Google Maps. Dal canto suo, Apple ha rimediato agli errori effettuati in passato includendo le mappe vettoriali di TomTom, DigitalGlobe, Waze e il governo statunitense.

Foto da sito web Apple Maps Connect