Nonostante sia nettamente migliorata col tempo, l’app di Apple per le Mappe non è ancora a livello di Google Maps. Le manca una cosa che sta diventando fondamentale: quel sovralivello di informazioni che, per esempio, consente agli utenti di GMaps di trovare negozi nei propri paraggi. Negli scorsi giorni però l’ufficio di competenza ha accolto un brevetto di Apple che dovrebbe consentire a Cupertino di aggiungere la funzione layer nelle prossime release dell’app.

Con i nuovi livelli sarà possibile avere informazioni legate alla propria posizione. Per esempio ci potremo accorgere di una tempesta in arrivo semplicemente guardando la mappa, oppure potremo trovare i negozi più vicini a noi.

Proprio come in Google Maps sarà possibile cercare “pizza” per vedere quelli sono le pizzerie più vicine. Una particolare funzione consentirà di avere informazioni relative ai luoghi, come per esempio sapere quanti abitanti ha una città.

La cosa forse più interessante è il progetto di fornire informazioni per livello. Ossia, per esempio raccontare la storia di un posto a chi decide di attivare la modalità “turista”.

Insomma, piano piano Apple si sta avvicinando a Google (ha anche trovato il modo di integrare un sistema alla Waze e sembra decisa a mettere presto la freccia per il sorpasso. Quanti di noi però stanno realmente usando l’app di Apple?

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+