Tante delle battaglie in ambito tecnologico si combatto a suon di brevetti, soprattutto in America dove la proprietà di un’invenzione, nello sviluppo di un prodotto, è ritenuta di cruciale importanza.

Ecco cosa sta facendo la Apple relativamente ai suoi MacBook Air. La Apple non è nuova a battaglie brevettuali. Da sempre si oppone alla Samsung alla quale contesta l’uso di molte tecnologie che sarebbero nate dalle menti di Cupertino. Adesso la Apple si è aggiudicata un altro brevetto, quello che porta il numero D654,072.

Questo brevetto lega alla Apple il destino del MacBook Air che diventerebbe agli occhi dei giudici un prodotto assolutamente unico. Anche se l’ufficializzazione del riconoscimento del brevetto deve ancora arrivare a Cupertino, l’azienda della Mela Morsicata sta già facendo pressione sulla Pegatron.

La Pegatron Corporation, infatti, produce lo Zenbook della Asus che nel design è molto simile al MacBook Air. La Apple ha dato all’azienda di Taiwan un aut aut: o smette di produrre lo Zenbook o può rinunciare alla Apple come cliente (assembla iPhone).

Le “minacce” sembrano aver sortito un effetto positivo agli occhi della Apple, visto che la Pegatron ha deciso di smettere di produrre il computer Asus, azienda, quest’ultima che ha già contattato altre due realtà taiwanesi per completare la produzione di Zenbook.