Il settore dell’eduntainment è molto sentito dalle aziende, soprattutto dalla Apple che ormai con la scuola va proprio a braccetto, è il caso di dirlo. Ecco il risultato di un evento organizzato al Guggenheim

Al museo Guggenheim di New York la Apple ha deciso di presentare delle novità pensate a Cupertino per migliorare la vita degli insegnanti e degli alunni. Degli strumenti che si rivolgono sia a chi deve insegnare che a chi deve apprendere. Alla base di tutto c’è l‘iPad che in questi giorni debutta nella sua terza versione.

Mentre si presenta il terzo tablet nato in casa Apple, qualcuno si interroga sulla possibilità di usarlo nelle scuole. La casa di Cupertino, infatti, lo vede adatto a trasformarsi in un vero libro interattivo dove gli alunni possono seguire le lezioni e possono partecipare attivamente interagendo con lo strumento.

Proprio in questo senso una delle novità arrivate a New York è stato proprio l’iBook 2, un’applicazione per iPad che consente di acquistare e leggere i libri di testo direttamente sul tablet. Libri che ovviamente sono carichi di animazioni, foto e altre informazioni che arricchiscono l’esperienza di apprendimento.

Da questa volontà nasce già una collaborazione della Apple con alcune case editrici importanti come la McGraw-Hill e la Pearson che offriranno libri di testo a prezzi inferiori per chi li userà su iPad.