Fra qualche ora, al Moscone Center di San Francisco, aprirà la WWDC 2014: la conferenza degli sviluppatori di Apple, che potrà essere seguita in streaming. Sembrava che gli utenti di Windows fossero esclusi dalla riproduzione della diretta, ma gli ultimi indizi suggeriscono che anche chi utilizzi il sistema operativo di Microsoft potrà accedere al live. Primo fra tutti, il fatto che per qualche istante sia riuscito ad avviare il player – rimasto in stand-by – su Google Chrome. A Cupertino non sono stati particolarmente scaltri.

Aprendo la pagina sulla quale alle 19:00 inizierà lo streaming, infatti, è possibile scorgere la scritta or QuickTime 7 on Windows — prima che il browser termini il caricamento. Questa scompare, appena diventa visibile l’immagine d’anteprima della WWDC: molto probabile che dipenda da JavaScript. Dobbiamo supporre che l’annuncio di iOS 8 [vedi gallery] sia davvero visibile? Sì, però quand’anche Apple decidesse d’inibire lo streaming agli utenti che non usino iOS o Mac OS X esiste un rapido trucco per guardare comunque la diretta.

Installato QuickTime, basta riavviare il browser e spuntare Sempre consentito all’indirizzo chrome://plugins. Poiché è richiesto Safari 4 o superiore su Mac OS X 10.6+, come requisito per seguire la diretta, è possibile cambiare lo user agent: bisogna premere [F12] e scegliere la prima icona delle tre che compaiono in basso a destra, posizionarsi su User Agent e inserire la stringa Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_9) AppleWebKit/537.76.4 (KHTML, like Gecko) Version/7.0.4 Safari/537.76.4 come Other sotto Spoof user agent.

Aggiornamento: Purtroppo – anche cambiando lo user agent con l’ultima versione di Safari per Mac OS X o rimuovendo i controlli via JavaScript – QuickTime resta perennemente in stand-by. Il video del keynote sarà disponibile soltanto in differita con Windows! Più furbi del previsto, a Cupertino.

photo credit: Rob Young via photopin cc