Apple sarebbe al lavoro su di un nuovo iPhone per il 2019 che potrebbe disporre di ben 3 fotocamere posteriori. L’indiscrezione è dell’Economic Daily News che afferma che un ipotetico successore dell’iPhone X, il prossimo anno, potrebbe disporre di un comportato fotografico molto più sofisticato con ben 3 ottiche come nel più recente Huawei P20 Pro. Se l’indiscrezione si rivelasse esatta, questa innovazione non sarebbe presente nei modelli che saranno presentati in autunno ma solo nella generazione successiva.

Un’ipotetica tripla fotocamera posteriore potrebbe aprire ad Apple innumerevoli possibilità per implementare soluzioni maggiormente avanzate in ottica fotografica, esaltando ulteriormente un settore dove già gli attuali prodotti sono tra i migliori della categoria. Il report evidenzierebbe la presenza di un terzo obiettivo da 12MP e di una tecnologia molto simile a quella dell’ultimo smartphone cinese che permetterebbe al futuro iPhone di disporre di uno zoom sino a 5X da poter utilizzare senza causare perdite di dettaglio alle foto.

Sempre secondo la fonte, le tre fotocamere presenteranno un design simmetrico e saranno posizionate verticalmente. L’innovazione, però, non riguarderà solamente lo zoom ma altri elementi come per esempio un miglioramento della qualità degli scatti in condizione di bassa luminosità ed un miglioramento della riduzione del rumore dei video.

Sebbene la fonte non abbia fornito dati molto precisi, le possibilità per Apple di migliorare sensibilmente il comportato fotografico dei suoi futuri iPhone ci sono tutte. Ma trattandosi di indiscrezioni vanno comunque presi come tali. Solo con il passare dei mesi sarà possibile capre se davvero Cupertino ha intenzione di lanciare un iPhone X di terza generazione con tripla fotocamera posteriore.

Per il modelli 2018, invece, nulla dovrebbe cambiare. I soliti analisti ben informati di KGI fanno sapere infatti che Apple non dovrebbe rivoluzionare il comparto fotografico nei modelli che usciranno in autunno.