L’Apple iPad Pro 10.5 è da poco arrivato in commercio e i ragazzi di iFixit hanno provveduto, come di consueto ad effettuare il loro teardown per scoprire il suo grado di riparabilità e soprattutto verificare alcune sue componentistiche tecniche. Come per tutti gli altri iPad, anche questo nuovo modello mostra un grado di riparabilità molto basso. Troppi gli ostacoli e le complessità costruttive per renderlo facilmente riparabile. Il punteggio è di 2 su 10 e le maggiori criticità si hanno sulla grande quantità di adesivo che blocca la batteria; sulla porta Smart Connector praticamente insostituibile; sul rischio di rottura del display che è fuso con il pannello di vetro.

Ma se l’iPad Pro 10.5 è difficile da riparare, nasconde comunque alcuni elementi interessanti. I ragazzi di iFixit hanno scoperto, infatti, che il tablet pc di Apple dispone di una generosa batteria da 8.134 mAh, 3,77 V e 30,8 Wh. Per quanto riguarda la memoria RAM, invece, sono presenti due banchi da 2GB di LPDDR4 a 1.600 MHz per un totale di 4GB di RAM. Nell’iPad Pro 10.5 trovano posto, poi, anche il processore Apple A10X Fusion, la memoria flash di Toshiba ed altri piccoli componenti che caratterizzano questo piccolo gioiello.

L’iPad Pro 10.5 si dimostra, dunque, un prodotto davvero molto interessante dal punto di vista tecnico e lo diventerà ancora di più con il debutto di iOS 11 in autunno quando arriveranno nuove funzionalità che permetteranno di migliorare sensibilmente l’esperienza d’uso.