Apple ha intenzione di migliorare la sua applicazione Apple Music. Per farlo, Cupertino punterebbe ad effettuare delle acquisizioni mirate di alcune realtà che lavorano nel segmento della musica. Tra le prime possibile prede ci sarebbe Tidal, un noto portale di streaming musicale che propone al grande pubblico un’offerta ricca e raffinata. L’indiscrezione arriva dal Wall Street Journal che fa sapere come tra Apple e Tidal sarebbero in corso discussioni anche se nessuna delle due aziende ha voluto commentare la fuga di notizie.

Nel corso dell’ultimo anno, le due piattaforme si sono spesso date battaglia anche se alla fine a spuntarla è stata Apple Music che partiva dal vantaggio di una base potenziale di utenti altissima. Dopo un anno di “battaglie” Apple Music e Tidal potrebbero arrivare a fondersi facendo nascere un servizio di streaming musicale davvero importante per numeri e contenuti. Le trattative tra le due realtà sarebbero, comunque, ancora solo all’inizio è non è per nulla scontato che si arrivi davvero ad una fusione. Gli alti dirigenti delle due aziende non sarebbero ancora entrati in scena all’interno delle trattative, segno che la strada da fare per arrivare ad una fusione è ancora molto lunga.

Non sarebbe trapelata nemmeno l’offerta economica ma forse per questo è ancora troppo presto. Tidal, si ricorda, è una realtà musicale nata nel 2014 ed ha all’attivo oltre 4,2 milioni di utenti paganti. Ciò che caratterizza questa piattaforma è l’accesso preferenziale ai contenuti degli artisti di maggiore successo degli ultimi anni. Se dunque Apple Music riuscisse ad inglobare Tidal, la sua posizione nel mercato dei servizi di streaming musicale si rinforzerebbe enormemente.