Apple deve attivare la radio FM sui suoi iPhone. Questa curiosa richiesta dal tono perentorio arriva dalla FCC americana che chiede alla mela morsicata di attivare il supporto alla radio FM nei melafonini da utilizzarsi in caso di emergenza. In caso di situazioni critiche come i recenti uragani distruttivi che hanno colpito il territorio americano, l’utilizzo della radio FM è la via più semplice per tenere informate le persone dell’evoluzione della situazione e fornire indicazioni su dove dirigersi per ottenere aiuti.

Apple, come noto, non ha mai concesso l’utilizzo della radio FM lasciando che i suoi utenti utilizzino app specifiche e la connettività dati o WiFi. Tuttavia, durante le calamità naturali, la connettività Internet potrebbe non essere disponibile, rendendo i possessori di un iPhone impossibilitati a tenersi informati sull’evoluzione della situazione.

La richiesta, dunque, è perentoria e basata su pure finalità di sicurezza. Sino ad ora, infatti, l’opinione comune era che tutti i modelli di iPhone fossero dotati di questi chip, disabilitati in sede di progettazione ma attivabili via software. L’appello ha raggiunto subito Apple che però ha risposto negativamente informando che, sebbene si pensi il contrario, in tutti i suoi ultimi modelli di iPhone, il chip per la radio FM non c’è proprio e quindi non può essere abilitato nemmeno volendolo.

Curiosamente, Apple fa riferimento agli iPhone 7 e agli iPhone 8 senza menzionare i modelli precedenti. Possibile, dunque, che i vecchi modelli abbiano, invece, questa possibilità. Effettivamente, sui primi modelli dei melafonini, questo chip era effettivamente presente e disattivato via software.

In ogni caso, niente radio FM e richiesta respinta al mittente. Apple, comunque, sottolinea che tutti i suoi smartphone sono abilitati a ricevere le allerte “AMBER” che avvisano in tempo reale dell’avvicinarsi di eventi particolarmente pericolosi.