Siete distratti e fate cadere spesso il vostro smartphone? Nessun problema: Apple ha appena depositato un nuovo brevetto, concesso proprio oggi dalla USPTO, relativo ad un sistema che può orientare l’iPhone durante la caduta. In pratica, se il vostro melafonino dovesse inavvertitamente cascare, la nuova tecnologia di Apple cambia l’angolo di caduta in modo che l’impatto al suolo causi il minor danno possibile.

La licenza descrive anche scenari più avanzati e al limite della fantascienza, compresi dispositivi di espulsione per i cavi e persino prese d’aria retrattili per controllare l’angolo di discesa, alla stregua di una vettura di Formula 1. Per gestire l’angolo di caduta, la futura tecnologia si appoggerà ad un componente già esistente: il motore intero a vibrazione di iPhone, o meglio, una sua variante. Negli ultimi modelli di iPhone – il 6 e il 6 Plus – tale componente è però stato sostituito, quindi non è certo che tale tecnologia venga introdotta nei nuovi prodotti targati Apple.

Per calcolare in maniera sufficientemente efficace e veloce la potenziale traiettoria della caduta dello smartphone, iPhone dovrebbe disporre di sensori non ancora disponibili, come ad esempio un emettitore di ultrasuoni che riesca a inviare le informazioni adeguate al motore vibrante cosicché possa ruotare il device in modo corretto.

Sembrano discorsi da fisica aerospaziale, ma effettivamente il problema di smartphone resi inutilizzabili a causa di rovinose cadute non ha ancora trovato una vera soluzione. Esistono le custodie anti shock in silicone che funzionano bene, ma nelle situazioni più critiche non si sono rivelate sufficienti.