A tutti coloro che possiedono un dispositivo Apple sarà successo di inviare un messaggio o scrivere un testo e trovare poi errori grossolani sapendo però di aver scritto la parola giusta e non aver commesso gli stessi errori. Dunque avrete capito che la colpa è tutta del correttore automatico di iPhone, iPad, Mac ecc, che (quando attivo, ovviamente) non riconoscendo determinati vocaboli li corregge in automatico quando questi vengono digitati. La maggior parte delle volte però quando ci si accorge dell’errore è troppo tardi, perché coscienti di aver scritto la cosa giusta e non pensando al correttore Apple gli utenti premono invio subito dopo aver terminato la digitazione.

Ebbene, Apple potrebbe avere in cantiere un metodo per mostrare quando un errore è dovuto a incomprensioni da parte del correttore e non dalla volontà diretta dell’utente che ha inviato il messaggio. Secondo The Verge l’azienda di Cupertino avrebbe depositato un brevetto secondo cui nei messaggi potrebbe essere visualizzato un avviso quando nel testo sono presenti parole corrette automaticamente dal correttore in fase di digitazione. Lo stesso brevetto, che può essere consultato direttamente dal sito dell’USPTO, mostra come sarebbero evidenziate direttamente nel messaggio le parole alterate dal correttore automatico.

Attenzione perché il sistema sviluppato dall’azienda non mostrerebbe al destinatario del messaggio la parola digitata originariamente dall’utente che ha inviato il messaggio, ma solo che il testo ricevuto è stato alterato dal correttore. Mostrando però alcune parole simili a quella ricevuta, sarebbe possibile rendere maggiormente comprensibili i messaggi, limitando il tempo utilizzato a chiedere chiarimenti sul significato di una o più parole. Non ci sono ovviamente dettagli sulla tempistica con cui Apple potrebbe introdurre pubblicamente la feature, la speranza è di poter vedere questa come altre interessanti novità presentate nel corso della WWDC 2016 dal 13 al 17 giugno, nella quale dovremmo poter esplorare il nuovo OS mobile iOS 10.