A partire dal prossimo anno, Beats Music dovrebbe esser installato di default su tutti i dispositivi basati su iOS, ovvero sui terminali della gamma iPhone e iPad. Il noto servizio di streaming acquisito negli scorsi mesi da Apple, per ben 3 miliardi di dollari, diventerà dunque una funzionalità di base della piattaforma con la mela morsicata.

È quanto si apprende dal Financial Times, che spiega dunque come Beats Music sarà presente dal 2015 su iOS a fianco di altri software come iTunes e Safari. Peraltro, il servizio di streaming musicale realizzato da Jimmy Iovine e Dr. Dre dispone già di una certa notorietà, soprattutto negli Stati Uniti, ed è per tale motivo che potrebbe aiutare la compagnia californiana a meglio competere con i rivali, soprattutto con Spotify.

Secondo le indiscrezioni, il modello di business di Beats Music non cambierà con l’ingresso nel sistema iOS: dovrebbe dunque esser nuovamente presente un servizio gratuito di base e uno più completo, a pagamento.