Imagination Technologies, società britannica che produce i chip grafici per iPhone e iPad, ha fatto sapere che fra meno di due anni interromperà la partnership con Apple.

Imagination ha spiegato che Apple starebbe lavorando ad un chip grafico suo e ciò significa che in futuro il rapporto con Imagination Technologies verrà ridotto. Una scelta di questo tipo da parte del colosso di Cupertino è senza dubbio una doccia fredda per Imagination Technologies, che basa circa metà del suo fatturato sulle commesse di Apple.

Se quello che Imagination Technologies corrisponde al vero, allora significa che in futuro potremmo vedere un chip A-series con sia CPU che GPU interamente progettate da Apple, già nel nuovo modello di iPhone del prossimo anno. Per quanto riguarda lo sviluppo delle CPU, Apple ha avuto fortuna portando sul mercato un prodotto spesso più performante della concorrenza. Per quanto riguarda la GPU è tutta una scommessa, anche perché c’è il rischio che Apple possa andare a violare i brevetti di Imagination Technologies.

La dichiarazione di Imagination Technologies: “Apple no ha presentato alcuna prova a sostegno della sua affermazione secondo cui non sarà più necessario la tecnologia di Imagination, senza violare i brevetti di Imagination, la proprietà intellettuale e le informazioni riservate. Imagination Technologies ha chiesto informazioni ad Apple, ma quest’ultima ha rifiutato di fornirle. Inoltre, Imagination ritiene che sarebbe estremamente difficile progettare una nuova architettura GPU senza violare i diritti di proprietà intellettuale”.

Imagination Technologies tende la mano ad Apple, affermando che è disponibile a discutere potenziali accordi commerciali alternativi probabilmente per evitare una battaglia di brevetti nei tribunali.