Anche Apple punta sulla realtà aumentata. Il colosso di Cupertino avrebbe infatti acquisito Metaio, azienda tedesca specializzata nello sviluppo di software e applicazioni per la realtà aumentata.

L’operazione non è stata confermata né da Apple – che, come di consueto, ha dichiarato: “Apple acquisisce compagnie tecnologiche più piccole di tanto in tanto e, generalmente, non discutiamo i nostri scopi e piani” -né tantomeno da Metaio.

L’avvenuta acquisizione della startup teutonica da parte di Apple è stata riportata da TechCrunch, secondo cui un documento trapelato sul web confermerebbe il passaggio delle azioni Metaio ad Apple. A suffragare tale ipotesi è anche il fatto che la società acquisita ha annullato una conferenza e ha annunciato di aver cessato di cedere la licenza di suoi prodotti. Questa la nota sul sito web di Metaio: “I prodotti Metaio e gli abbonamenti non sono più disponibili per l’acquisto. I download dei vostri acquisti precedenti saranno disponibili fino al 15 dicembre 2015, e le sottoscrizioni cloud attive continueranno fino alla scadenza. Il supporto email continuerà fino 30 giugno 2015″.

Ovviamente non si conoscono ancora i possibili campi d’utilizzo della realtà aumentata targata Apple. Una delle app più conosciute di Metaio si chiama “Creator”, uno strumento che permette di realizzare presentazioni per dispositivi come iPad. Tra gli esempi più interessanti si segnalano un software per Ferrari, che permettere di guardare all’interno delle auto, e un altro per IKEA, che consente di sfogliare in maniera interattiva il catalogo dei mobili. È possibile conoscere tutte le possibilità offerta dalla tecnologia Metaio nel video sottostante.