Apple ha bannato AppGratis dall’App Store per violazione di due articoli del regolamento. AppGratis è un’app che permette di scaricare applicazioni solitamente a pagamento in modo totalmente gratuito e godeva fino a oggi di una buona popolarità. Secondo quanto rivelato da All Things D Apple l’avrebbe rimossa non solo e non tanto perché in un certo senso faceva promozioni che in modo troppo simile a quelle che normalmente si fanno sullo store ufficiale.

Il motivo più importante sarebbe che la nuova versione dell’app inviava notifiche push agli utenti avvisandoli quando c’era in promozione una nuova applicazione. Il regolamento dell’App Store prevede infatti che le notifiche push non possano essere usate per promuovere prodotti.

Secondo quanto riportato da All Things D però ci sarebbe sotto un altro motivo. AppGratis stava facendo emergere un modello di business che avrebbe privilegiato gli sviluppatori disposti a pagare per apparire nello store virtuale dell’app francese, che dopo aver raggiunto i dieci milioni di utenti aveva raccolto 13,5 milioni di dollari di finanziamento per potenziare il proprio business.

Probabilmente quelli di AppGratis faranno di tutto per rientrare nello store di Cupertino, ma questa è l’ennesima dimostrazione che se vuoi costruire un business sui prodotti di altri è fondamentale conoscere tutti i limiti dell’operazione.

Se siete appassionati di app per iDevice, vi consiglio la nostra serie di post a tema: