Una stagione natalizia da record per l’App Store, con l’azienda di Cupertino che ha annunciato numeri da capogiro per il periodo tra Natale e Capodanno.

I clienti hanno utilizzato molto l’App Store, tanto che nelle due settimane che si sono concluse il 3 gennaio, sono stati spesi oltre 1,1 miliardi di dollari in applicazioni e acquisti in-app; un vero record in termini di traffico e acquisti.

L’1 gennaio 2016 è stato il giorno più importante nella storia dell’App Store con i clienti che hanno speso oltre 144 milioni di dollari. Battuto il vecchio record stabilito appena una settimana prima, il giorno di Natale: “L’App Store ha avuto una stagione natalizia degna del libro dei record. Siamo entusiasti che i nostri clienti abbiano scaricato e si siano divertiti con così tante incredibili app per iPhone, iPad, Mac, Apple Watch e Apple TV, spendendo oltre 20 miliardi di dollari sull’App Store solo nello scorso anno – ha affermato Philip Schiller, Senior Vice President Worldwide Marketing di Applesiamo grati a tutti gli sviluppatori che hanno creato per i nostri clienti le app più innovative ed emozionanti al mondo. Non vediamo l’ora di vedere cosa è in arrivo nel 2016.”

In tutto il mondo, l’App Store ha portato quasi 40 miliardi di dollari agli sviluppatori dal 2008, con oltre un terzo generato nell’ultimo anno da solo. Che sia un fenomeno incredibile lo dimostrano i numeri a contorno di tutto questo movimento: 1,9 milioni di posti di lavoro nei soli Stati Uniti, di cui 1,4 milioni sono creatori di app, ingegneri software e imprenditori che creano app per iOS.

Gaming, Social Networking e Intrattenimento sono state tra le categorie più popolari di quest’anno dell’App Store sui prodotti Apple, con clienti che si sono sfidati con Minecraft: Pocket Edition, Trivia Crack e Heads Up!, o sono rimasti in contatto con Facebook Messenger, WeChat e Snapchat.

Il lancio dei nuovi prodotti Apple TV e Apple Watch hanno aperto la strada verso un’esperienza app completamente nuova, cambiando il modo in cui le persone consumano contenuti sulla propria televisione e fornendo informazioni utili a colpo d’occhio sul dispositivo più personale che Apple abbia mai creato.