Un paio di giorni fa ho deciso di provare nuovamente Byword , un’app di scrittura distraction free per Mac che avevo visto più volte in passato senza mai innamorarmene. A inizio giugno però Byword ha rilasciato un in-app purchase molto interessante: la possibilità di pubblicare direttamente su WordPress, Tumblr, Blogger ed Evernote per tutte le versione dell’app, iOS incluso (costa 4,49 euro che vanno sommate agli 8,99 euro per l’app). L’ho riprovata e ne sono rimasto entusiasta.

Byword ti offre una pagina bianca su cui scrivere, con la possibilità di focalizzare l’attenzione solo su una riga o un paragrafo. Di base l’app funziona con il markdown, ossia un codice di scrittura che preve l’utilizzo di codici per formattare il testo. Per esempio inserendo una parola fra doppio asterisco questa viene pubblicata in grassetto, mentre un solo asterisco la formatta in corsivo. Questo vuol dire che è possibile formattare il testo direttamente mentre lo si scrive, anche se sono presenti degli shortcut per quando rileggi. Molto comodo soprattutto lo shortcut per i link (cmd+k), che vanno inseriti con una doppia sequenza di parentesi (quadre per il nome da visualizzare e tonde per il link). In caso di necessità, Byword offre una breve guida. Byword formatta il testo mentre lo scrivi, offrendoti una preview. Per poi ricontrollare il testo è possibile visualizzare come verrà pubblicato.

La funzione di publishing cambia tutto: una volta terminata la scrittura è possibile scegliere su quale blog pubblicare aggiungendo titolo, tag e categorie. Peccato che non si vedano quelle già utilizzate: bisogna ricordarsele.

Fino a oggi utilizzavo Marsedit per pubblicare sui miei blog, Leonardo compreso. Anche Marsedit supporta il markdown e permette di pubblicare, offrendo inoltre la gestione dei blog. A differenza di Marsedit, Byword è uno strumento di scrittua. Infatti fra gli strumenti di export c’è la possibilità di esportare il testo scritto in formato HTML, rich text, PDF, Word (.docx), RTF e LaTex.

Combinato con PopClip, di cui vi ho parlato l’altro giorno, Byword entra di diritto nelle milgiori app per migliorare la propria produttività.