Oggi ho avuto l’opportunità di testare Gneo, una nuova app uscita giusto qualche giorno fa e che è in offerta per il lancio a 4,99 euro. Normalmente ne costerebbe dieci. L’obiettivo dell’app è rendere il più semplice possibile la creazione e la gestione della lista di cose da fare, puntando tutto non tanto sull’organizzazione, ma sulla prioritizzazione dei task. Infatti già durante la creazione degli stessi viene chiesto se questa cosa che stai aggiungendo è importante, urgente o entrambe le cose.

Benché si presenti per essere semplicissima, devo dire che la curva di apprendimento non lo è affatto. Ci sono un po’ di cose da sapere prima di cominciare a usarla, ma per quanto riguarda l’usabilità, specie se già avete provato Mailbox, vi troverete davanti a qualcosa di già visto. Gli swipe infatti aiutano molto nella gestione dei task. Sulla base di questo nella schermata con tutti i task potete dare un’occhiata a tutto e focalizzarvi su ciò che davvero è importante. Un grafico unico infatti divide i task sulla base dei concetti di importanza e urgenza, per cui in alto a destra trovate le cose da fare importanti e urgenti, e in basso a sinistra quale che non sono nè l’uno né l’altro. Questo grafico è più facile da consultare su iPad che non su iPad, ma funziona, perché ti aiuta a concentrarti su ciò che devi fare per prima cosa.

Uno slider consente di passare velocemente dall’elenco dei task al grafico dell’importanza e di accedere anche al proprio calendario, all’interno del quale vengono collocati anche i task a cui è stato aggiunto un reminder, che di fatto funziona da due date. A ogni task può essere aggiunta un’immagine o una nota vocale o scritta.

Un’altra caratteristica di quest’app che mi è piaciuta molto è la sincronizzazione con Evernote, che permette di esportare i propri task in un taccuino. La sincronizzazione può essere effettuata in entrambe le direzioni o in una sola. Gneo creerà un taccuino in Evernote per ogni taccuino creato in Gneo. I taccuini di Gneo equivalgono di fatto a delle to-do list, ma vengono salvati come taccuini in Evernote. Anche gli eventuali reminder vengono sincronizzati attraverso le due app. Se la cosa vi appare un pochino confusionaria, in effetti lo è: ci vuole un po’ a capirne il potenziale. Se però provate ad aggiungere i tag important, urgent e today agli shortcut di Evernote, vi renderete conto di quanto in là si può spingere l’app.

Al di là del prezzo non proprio economico, ma che fa sperare in una continuità di sviluppo dell’app, Gneo l’ho trovata un’ottima app per l’organizzazione dei progetti di lavoro. A livello di Todoist che ho spesso consigliato. L’integrazione con Evernote, miglior strumento per gestire un progetto secondo me, mi ha convinto a fare la prova. Certo non è un’app per tutti: è piuttosto complicata da imparare a usare se si parte da zero. Però una volta entrati nel meccanismo è davvero interessante. Anche perché è compatibile con iPhone e iPad, mentre per il desktop si rifà a Evernote. Dove è possibile, attraverso un check, completare i task.

Aiutarci a fare la cosa più importante al momento giusto: è questo l’obiettivo di Gneo. Dopo averla provata una solo giorno non posso dire se ci riuscirà, ma mi ha convinto e credo che continuerò a usarla. Vi saprò dire se sarà in grado di aumentare la mia produttività.

Gneo è in promozione ancora per alcune ore a 4,99 euro, poi da domani sarà in vendita al prezzo normale, come le altre app scontate per il Black Friday. Se vi interessa, approfittatene.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+