Nelle scorse settimane mi sono occupato spesso di come fare al meglio una to-do list e vi ho consigliato diverse applicazioni fra cui scegliere. L’altro giorno ne ho scoperta una tutta nuova uscita giusto un paio di settimane fa. Si chiama Swipes e come dice il nome permette di fare tutto attraverso delle semplici gesture.

Chi conosce Mailbox si troverà di fronte a un ambiente famigliare, anche se in questo caso i colori chiari lasciano il posto a quelli più scuri. Swipes permette di completare un task con uno swipe verso destra e rimandarlo con uno verso sinistra. Quando decidiamo di rinviare un task abbiamo la possibilità di scegliere il giorno della settimana in cui vogliamo che ritorni nella nostra to-do list, oppure possiamo rinviarlo più avanti.

Swipes non prevede liste, ma tag: attraverso i tag è possibile ordinare le cose da fare in pseudo liste. Con uno swipe verso il basso accediamo all’opzione ricerca, dove è possibile cercare task per tag. Si può anche creare un reminder per ogni task e aggiungere delle note agli stessi.

Per quanto graficamente interessante e dotata di una user experience moderna, Swipes non è al livello di Todoist, l’app che ho scelto per la mia lista di cose da fare. Cosa le manca? Be’, non permette di organizzare i task in progetti e non è multi-piattaforma. Però se non avete bisogno di uno strumento troppo professionale, Swipe è davvero carina. Ricorda Clear sotto certi aspetti, ma è più semplice da usare, anche se meno ricca di funzioni, e soprattutto è gratuita.