Tutti quelli che lavorano con i social o con gli analytics di Google per monitorare la propria attività troveranno un sicuro vantaggio nell’installare nel proprio iPhone o iPad Static, app recentemente rilasciata da Pandabox in due versioni: gratis con la pubblicità e a 1,79 euro senza.

In entrambe le versioni è possibile monitorare cinque account di default, a scelta fra Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, Google Analytics, Github, FeedPress e Dribble. Entro fine mese dovrebbero essere aggiunti Tumblr, Pinterest, Flurry, Soundcloud, Mixi e Foursquare. Funziona in maniera molto simile a Statnut, di cui avevamo parlato tempo fa e che poi è però stata abbandonata, ed è molto più semplice di Sum All.

Static offre però molte più opzioni: cliccando all’interno di un account è possibile infatti vederne una panoramica e ruotando l’iPhone abbiamo a disposizione un grafico con lo storico dei dati. Peccato che la settimana inizi rigorosamente dalla domenica e non da giorno in cui abbiamo iniziato a tracciare l’account: così l’ultimo valore è, genericamente, il più basso.

Mi piace molto il modo di somministrare i dati dell’app. Se tappi su un account, a seconda dell’account, ti vengono mostrate diverse informazioni. In Analytics puoi fare il confronto fra i dati di oggi (parziali) e di ieri, su Facebook puoi passare dal numero dei fan a quanti ne stanno parlando e per Twitter puoi vedere quanti follower hai e quante persone stai seguendo.

Potete utilizzare il servizio di Static per ricevere aggiornamenti costanti sia tramite le notifiche push del telefono sia via email, e anche in entrambe le modalità. Nelle impostazioni dell’app potete impostare la frequenza sia temporale (per le email, quotidiana, settimanale o mensile), sia quantitativa (notifiche ogni 10, 50 o 100 notifiche perse). Il recap settimanale per mail lo trovo molto utile: peccato però che dopo una settimana di utilizzo non mi sia arrivato. Probabilmente si tratta di un bug non ancora risolto.

La nota dolente dell’app è che per ogni slot in più che volete aggiungere oltre ai cinque di default dovete pagare 0,89 euro. Sinceramente avrei preferito pagare un prezzo fisso, anche alto, o un abbonamento per gestire tutti gli account che voglio.

Insomma, si tratta di un utile strumento di lavoro che potrebbe essere migliorato in alcune parti.