Negli scorsi giorni giorni ho avuto l’opportunità di testare un’interessante app: Audio Memos. Non si tratta della solita applicazione per registrare la voce, ma è un software completo per chi ha bisogno di realizzare interviste.

Se Voice Memos di Apple è estremamente semplice da usare, Audio Memos non è da meno nella semplicità, ma è un tool dalla potenza devastante. All’interno del menu setting ci sono mille opzioni, ma la più importante è quella dei marker. Se per esempio stai facendo un’intervista, basta tenere a portata di mano il telefono e aggiungere un marker per essere poi in grado di ritrovare l’esatto momento in cui si è affrontato uno specifico tema. Per i più esigenti, si può attivare la funzione di auto split sulla base dell’attivazione della voce o dei minuti trascorsi, per una più comoda analisi dopo.

Una delle cose notevoli dell’app è che consente di mettere un marker ogni volta che viene messa in pausa la registrazione e questa cosa, combinata con i comandi disponibili a schermo bloccato permette di segnarsi tutte le domande semplicemente cliccando pausa e play, che corrispondono a stop e riprendi la registrazione. All’interno del menu è possibile anche attivare una funzione di inizio registrazione all’avvio dell’app. Peccato però che, una volta installata, occorrano sempre due tap per avviare la registrazione. Tanto vale a quel punto avere un bottone in meno sullo schermo. Per i professionisti, l’app consente anche di utilizzare un eventuale microfono bluetooth. L’uso dei marker consente anche di trarre vantaggio anche dal sistema di editing dei file, che permette di tagliare, sovrascrivere e unire diverse parti degli stessi.

Altra cosa molto utile, soprattutto a chi ha un iPhone da 16GB, è la possibilità di decidere la qualità e la compressione del file prodotto, che può essere sia in wav che in aac. I file salvati possono essere inviati (anche in automatico) e sono comunque accessibili da un computer tramite la funzione di server, una volta impostato un id e una password. È inoltre possibile salvare i dati su iCloud, Dropbox, Google Drive, Box, Evernote, FTP e WebDAV.

Audio Memos è disponibile sia in versione gratuita con la pubblicità che a pagamento, al costo di 0,89 euro. Nonostante la complessità del menu e un tutorial che lascia a desiderare, l’app è sicuramente da inserire nella nostra lista di migliori app iPhone utili. Attenzione però: nella versione base non sono previste tutte le funzioni di cui abbiamo parlato: alcune richiedono in-app purchase, ma possono essere acquistate anche separatamente. L’unica davvero indispensabile a mio avviso sono i marker, che costano altri 0,89 euro e vale assolutamente la pena acquistarli.