Quest’anno è stato un anno ricchissimo sul fronte app iPhone per modificare le foto. Ne abbiamo viste uscire diverse e alcune di quelle che erano dedicate a scattare le foto hanno voluto aggiungere loro pure i filtri. Chiariamo subito la faccenda: ci sono filtri e filtri. Quelli che modificano l’intera foto con un tap e quelli che consentono di applicare un effetto e modificare, dosando, l’effetto stesso, rendendo unica e originale la foto.

Come ci insegna Gianpiero Riva ci sono tre regole fondamentali per editare le foto e se seguite i consigli di Gianpiero vi renderete conto che tante app che offrono una montagna di filtri non vi servono. Quello che vi serve sono app capaci di compiere azioni specifiche.

Ecco dunque quelli sono le migliori app iPhone per modificare le foto del 2013, secondo me:

  • Snapseed: nel suo tutorial Gianpiero aveva parlato di una versione precedente dell’app, che nel corso dell’anno è migliorata introducendo nuovi filtri per ottenere sfumati effetti HDR, correggere le ombre e rendere le immagini più vivide. (gratuita)
  • Mexture: ne aveva parlato subito come di una delle migliori app. Consente di aggiungere filtri singoli sotto forma di texture che possono essere montate una sull’altra sfruttando i liveli. Ha anche una sezione con le collezioni dei migliori e potete creare i vostri workflow. (1,79 euro)
  • Tadaa SLR: con molta sorpresa ho scoperto che è una delle migliori per mettere a fuoco un soggetto e sfuocare lo sfondo. L’app integra la stessa tecnologia per lo sfocamento di Tadaa 3D, ma consente anche di modificare la sfocatura dello sfondo e non ti obbliga a usare il social network. (1,79 euro)
  • VSCO Cam: se volete semplicemente migliorare le vostre foto, senza stravolgerne effetti e colori, è questa l’app che vi serve. Consente di modificare belle foto quel poco che serve a renderle bellissime. (gratuita con in-app purchase)
  • Filterstorm Neue: tutta la potenza di Filterstorm, ma con una semplicità d’uso decisamente migliorata e ora finalmente alla portata di tutti. (3,59 euro)

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+