Negli scorsi giorni mi hanno abilitato l’account di Hop. Si tratta di un’applicazione che ha la pretesa di cambiare il modo in cui gestiamo la posta elettronica. Sarebbe pure una buona cosa, vista che la email è una tecnologia che ha oramai alle spalle oltre 40 anni.

Hop vuole di trasformare le nostre email in delle chat. Praticamente, quando rispondiamo a una persona creiamo una discussione con questa come se stessimo usando, per fare un paragone, l’applicazione con la quale mandiamo di solito i messaggi. Praticamente, ci messaggiamo tramite la posta elettronica. Hop è velocissima nel gestire questo tipo di conversazioni (possibili tramite Gmail, Yahoo, Aol e iCloud). L’app consente di impostare delle notifiche sonore diverse a seconda che l’ultimo messaggio arrivato appartenga a una conversazione o sia del tutto nuovo.

Hop è carina, funziona bene e mi sembra molto interessante. Però non permette di gestire le liste e di cancellare in maniera semplice i messaggi. Per attivare il menu che lo consente occorre infatti fare uno swipe sul messaggio. Per questi ultimi due motivi in particolare sono tornato a usare Mailbox dopo menu di un giorno.

Hop non è l’unica app che ha tentato l’assalto a Mailbox, ma è riuscita a distinguersi da tante altre, come aveva fatto Evomail cercando di implementare il lavoro fatto dagli sviluppatori di Mailbox che per ora dormono sonni tranquilli nella sede di Dropbox.