Google ha annunciato da poche ore il rilascio della nuova Google Maps per iPhone. Una versione per iPad dovrebbe seguire nelle prossime settimane, mentre nulla si muove per il momento su Android, dove però l’app è già presente e anzi ha qualche funzione in più.

Com’è Maps per iOS? Un po’ deludente per chi si aspetta una versione delle mappe com’erano prima di iOS 6. Molto molto veloce e utile per i disperati che ne soffrivano l’assenza. E fra questi mi ci metto io. Basta però prenderci la mano un attimo che subito ci si dimentica del vecchio sistema.

L’app ha un non so che di Android che però è presente in tutte o quasi le applicazioni di Google per iOS. L’importante è che funziona e funziona bene. L’esperienza Google è evidente fin dalla prima schermata, con la quale siamo invitati ad accedere tramite il nostro account Google e contribuire al miglioramento dell’applicazione con i nostri dati.

Le mappe sono ottime. È possibile zoomare, trovare la nostra posizione, vedere le condizioni del traffico, dei trasporti pubblici (non ancora da noi in Italia) e passare dalla mappa al satellite. Per avere informazioni su un punto di interesse è necessario uno swipe verso l’alto, che permette anche di accedere a Street View e salvare le destinazioni.

Per avviare la navigazione guidata è sufficiente scegliere una delle tre soluzioni proposte tappando sul risultato della ricerca. Poi start e si parte. Peccato che non si possa impostare la lingua sull’italiano se si ha il telefono in inglese.

A differenza della versione per Android la nuova Maps per iOS non ha la modalità offline. Non c’è paragone però fra l’app di Apple e questa. Ora corre voce che Apple voglia acquisire Tom Tom e Nokia pare decisa a puntare forte sulle mappe, e prova ne sarebbe il porting di Here su Android: nei prossimi mesi è lecito quindi aspettarsi un miglioramento di ognuna di queste applicazioni, compresa Google Maps per iOS.